Sapienza Università di Roma  Umberto I Policlinico di Roma
HomeAndrea MingoliFERMA UN'EMORRAGIA E SALVA UNA VITA

FERMA UN'EMORRAGIA E SALVA UNA VITA

 

FERMA UNA EMORRAGIA E SALVA UNA VITA : QUELLO CHE CIASCUNO DOVREBBE SAPERE 


Il progetto pilota per l’Italia: corsi gratuiti su come intervenire in caso di gravi incidenti e maxi-emergenze

Il prossimo 23 maggio sarà la giornata nazionale della campagna “Stop the bleed” e vedrà tutti gli attori di questa iniziativa impegnati in un grande evento di presentazione presso l’ospedale San Giovanni di Roma, durante il quale si terrà anche
un corso dimostrativo per tutti i presenti.
Sulla piattaforma Aviva Community Fund, al link: https://bit.ly/2uQ50wQ  , è possibile votare e sostenere il progetto.

Tutte le informazioni sulla campagna “Stop the Bleed Italy” sono sul sito della Società Italiana di Chirurgia d’Urgenza eTrauma,  http://www.sicut.net/ , oppure sul sito https://www.stopthebleeditaly.org/.


Il progetto pilota per l’Italia: corsi gratuiti su come intervenire in caso di gravi incidenti e maxi-emergenze

Con lo slogan "Nessuno deve morire per una emorragia non controllata" , la Società Italiana di Chirurgia d’Urgenza e Trauma (SICUT) promuove per l’Italia la campagna “Stop the Bleed”, ferma l’emorragia, per sensibilizzare e formare i cittadini in modo che chiunque si trovi ad assistere a un evento traumatico possa intervenire, con semplici mosse, per controllare l’emorragia e aiutare la vittima in attesa dei soccorsi.
Le emorragie, infatti, rappresentano la causa del 40% delle morti immediate dopo un trauma, ma anche la principale causa delle morti che potrebbero essere evitate con semplici manovre.
Si stima che bastino 5 minuti per morire di emorragia mentre il primo soccorso sanitario, in media, arriva dopo tempi più lunghi.
Le persone presenti sul luogo dell’evento potrebbero intervenire subito e quindi colmare questo gap. 
L’obiettivo della campagna “Stop the Bleed” è proprio quello di salvare vite attraverso un’adeguata formazione della popolazione, così come avvenuto per altre campagne di formazione quali quelle che insegnavano le manovre di rianimazione cardiopolmonare o quelle anti-soffocamento.
Pensiamo a quanto potrebbe essere utile, ad esempio per la sicurezza dei nostri figli, che il personale scolastico sia formato per l’intervento in caso di gravi emorragie, o che in ogni ufficio pubblico, centro commerciale, stazione della metropolitana e perché no, in ogni automobile privata o delle Forze di Polizia ci sia un kit con l‘occorrente per fermare un’emorragia.

Già dal 2013, negli Stati Uniti, a causa del crescente numero di attentati, un gruppo multidisciplinare formato da medici, militari, forze di polizia, Vigili del fuoco, Servizi di Emergenza, FBI e Consiglio di Sicurezza Nazionale stilò raccomandazioni per la risposta iniziale alle emorragie potenzialmente mortali in caso dimaxi-emergenze.

E’ necessario che anche in Italia si crei una coscienza collettiva a riguardo e che prenda piede un programma educazionale che insegni come utilizzare le proprie mani o semplici strumenti per controllare le perdite di sangue.
Per il nostro Paese, la campagna “Stop the bleed” è stata sposata e promossa dalla Società Italiana di Chirurgia d’Urgenza e Trauma che ha deciso di patrocinare il progetto “Ferma una emorragia e salva una vita”, con l’obiettivo di realizzare corsi completamente gratuiti per formare gli istruttori (medici e infermieri), e poi i laici, iniziando dal personale che lavora in contesti pubblici come scuole, gruppi Scout, Vigili del Fuoco, polizie municipali, per poi estenderli anche ai cittadini, alle aziende o ai privati che ne facciano richiesta.
Tra gli obiettivi della campagna, anche quello di distribuire gratuitamente, in tutti i luoghi più frequentati come scuole, centri commerciali, palestre, musei, luoghi di culto, i kit contenenti il necessario per assistere il paziente emorragico.
Il prossimo 23 maggio sarà la giornata nazionale della campagna “Stop the bleed” e vedrà tutti gli attori di questa iniziativa impegnati in un grande evento di presentazione presso l’ospedale San Giovanni di Roma, durante il quale si terrà anche
un corso dimostrativo per tutti i presenti.
Sulla piattaforma Aviva Community Fund, al link: https://bit.ly/2uQ50wQ  , è possibile votare e sostenere il progetto.

Tutte le informazioni sulla campagna “Stop the Bleed Italy” sono sul sito della Società Italiana di Chirurgia d’Urgenza eTrauma,  http://www.sicut.net/ , oppure sul sito https://www.stopthebleeditaly.org/.

CONTATTI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Venerdì, 03 Maggio 2019 11:54

Ricevi info sui prossimi corsi

Seguici su Facebook

Who's Online

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online

1038813
Oggi
Questo mese
20
11044

Dove siamo

Dove siamoDove siamo

Read more...

Fotogallery

Free business joomla templates